venerdì 6 aprile 2012

Mattina


Mi addormento nell'essenza
di una sera che sa di primavera
e mi risveglio tra le braccia
di un sole premuroso.
Coi suoi caldi tentacoli
mi avvicina alla finestra:
creature di passaggio, come me,
su questa terra.
Piedi, ruote, zampe
ognuno la accarezza come può
mentre qualcuno guarda da lassù
godendosi il canto degli uccelli.
Chissà se arrivano lassù
i sospiri apprensivi della mamma
che lascia il figlio a scuola.
Chissà se arrivano lassù
le braccia degli anziani intrecciate
per la passeggiata mattutina.
Chissà se arrivano lassù
gli occhi del cane che guarda
innamorato il suo padrone.
Chissà se arrivano lassù
i miei pensieri mentre,
senza fretta, preparo il mio caffè.

Nessun commento:

Posta un commento